Susanna Agnello
Susanna Agnello

Laurea con lode presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia le scotte di Siena in Dietistica. Laurea Specialistica/ Magistrale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, Firenze.

Richiedi La Tua Dieta

Emorroidi: cosa si può mangiare?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

L’infiammazione delle emorroidi è diffusa tra chi presenta fragilità capillare e in chi segue un’alimentazione povera di fibre.

Tra i principali fattori di rischio, il più influente è legato alla presenza di disfunzioni intestinali, come stitichezza o diarrea cronica.

Pertanto, la giusta dieta contro le emorroidi deve assicurare una buona motilità intestinale consumando quindi piatti leggeri e semplici e bevendo circa due litri di acqua al giorno.

 

idratazione emorroidi

 

Quali sono i cibi da evitare?

1 – Cibi che possono aumentare l’infiammazione e rendere le feci più dure: alimenti piccanti, formaggi stagionati, insaccati, crostacei, cioccolato, superalcolici e alte dosi di caffè;

2 – Alimenti fortemente trasformati, come quelli da fast food;

3 – Bevande gassate;

4 – Cibi molto grassi come salse, condimenti industriali e fritture;

5 – Cibi a basso contenuto di fibre come snack, torte e merendine;

6 – Condimenti ricchi di grassi saturi come burro, lardo, strutto, panna, etc;

7 – Alimenti che contengono molto sale (es. insaccati, alimenti in scatola), poiché il sodio trattiene i liquidi e peggiora la stipsi.

 

alimentazione da evitare emorroidi

 

Quali sono i cibi da limitare?

– Patate
– Carote
– Limoni
– Riso
– Banane

Questi alimenti sono definiti astringenti perché possiedono componenti non digeribili che provocano una distensione delle pareti del colon e possono quindi predisporre alla stipsi.

 

Quali sono i cibi consigliati?

1 – Alimenti ricchi di fibre: avena, brodo di carne, barbabietola rossa, pomodori, castagne, cavolo, uova, crusca, porro, salvia, frutta secca, legumi e cereali in genere;

2 – Frutta a buccia scura come ribes, more e mirtilli;

3 – Verdure a foglia larga: cavolo nero, lattuga, broccoli e spinaci;

4 – Alcune spezie come zenzero e curcuma;

5 – Alimenti ricchi di ferro: fegato di bovino e frattaglie, cozze e molluschi, uova, alcuni pesci come la spigola o il branzino, carne di cavallo, albicocche e prugne;

6 – Agrumi, utili per aumentare l’assorbimento del ferro nell’organismo;

7 – Olio d’oliva e di semi di lino e aceto di mele;

8 – Succhi di ciliegie, more e mirtilli: contengono sostanze che riducono il gonfiore e le dimensioni delle emorroidi, tonificando e rinforzando le vene;

9 – Acqua , berne almeno 1,5-2 litri al giorno preferibilmente oligominerale naturale. Il corretto apporto di liquidi giornaliero può essere raggiunto anche bevendo brodo o tisane non zuccherate.

Articoli Correlati

Siamo quello che mangiamo

Siamo quello che mangiamo!

Il rapporto che ognuno di noi ha con il cibo certamente non dipende solo dal fatto che “abbiamo fame”. È risaputo che

Test e analisi disponibili

Nutrizione

Per visita nutrizionale e vIsita nutrizionale sportiva

Endocrinologia

Per visita endocrinologica e ecografia

Test Genetici

Calorometria e bioimpedenziometrico

Test Metabolici Funzionali

Test costo energetico Test vo2max

C.Bogani

Sport Performance Lab

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio