• 3927747910
  • prenotazioni@nutritional-coach.it
Susanna Agnello
Susanna Agnello

Laurea con lode presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia le scotte di Siena in Dietistica. Laurea Specialistica/ Magistrale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, Firenze.

Richiedi La Tua Dieta

Powerlifting e Bodybuilding

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Il powerlifting e il bodybuilding sono due discipline sportive competitive.

La prima è volta allo sviluppo della forza muscolare, in quanto prevede il sollevamento del massimo peso possibile in tre tipologie di esercizi: stacco da terra, squat e distensione su panca piana.

Il bodybuilding ha invece come obiettivo principale l’aspetto estetico dell’atleta mirando allo sviluppo dell’ipertrofia muscolare.

Il powerlifting si presenta in due versioni dette powerlifting raw dove non è permesso l’utilizzo di equipaggiamenti se non cinture e fasce e powerlifting geared nel quale è concesso l’utilizzo di maglie, fasce e corpetti nonché di cinture per sostenere le alzate in modo più sicuro e preciso.

Durante le competizioni i partecipanti vengono divisi per sesso, peso ed età.

Il bodybuilding si distingue prevalentemente in due categorie ovvero la categoria natural in cui gareggiano esclusivamente atleti che si sottopongono ai test antidoping e una in cui non vengono effettuati controlli antidoping.

In base alle varie federazioni si hanno poi delle categorie di gara in cui gli atleti vengono suddivisi per canoni estetici, altezza ed età.

 

alimentazione bodybuilding powerlifting

Che tipo di alimentazione seguono i diversi atleti?

Le differenze tra gli atleti di questi due sport sono molteplici sia in termini di allenamento che di alimentazione rivelando anche differenze nella composizione corporea.

I powerlifters, che si concentrano per sviluppare una maggior forza muscolare, seguono un’alimentazione in surplus calorico, ricca in carboidrati essendo questi la loro principale fonte energetica.

Questi assumono circa il 15-20% del proprio fabbisogno di proteine, il 25-30% di grassi e il 50-55% di carboidrati.

I bodybuilder seguono invece un’alimentazione più restrittiva, con alternanza di periodi di surplus e periodi di deficit calorico in quanto hanno come obiettivo quello di ridurre al minimo la percentuale di grasso corporeo e di massimizzare l’ipertrofia muscolare pertanto molti di loro seguono diete iperproteiche a basso contenuto glucidico per lunghi periodi.

In linea generale, i powerlifters hanno dal 15 al 20% di massa grassa mentre i bodybuilder presentano percentuali che vanno dal 4 al 10%, le donne hanno fisiologicamente valori più alti e la differenza con le percentuali maschili si evidenziano anche in questi sport.

Articoli Correlati

alimentazione prostatite

Prostatite: qual è la giusta alimentazione?

La prostata è una ghiandola esocrina che fa parte dell’apparato riproduttore maschile. Questa è soggetta, prevalentemente con l’avanzare dell’età ma non solo,

Test e analisi disponibili

Nutrizione

Per visita nutrizionale e vIsita nutrizionale sportiva

Endocrinologia

Per visita endocrinologica e ecografia

Test Genetici

Calorometria e bioimpedenziometrico

Test Metabolici Funzionali

Test costo energetico Test vo2max

C.Bogani

Sport Performance Lab

Dieta Online...

Servizio disponibile via

compilando il form scrivimi quale canale di comunicazione usare

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio