Carni Bianche: Proprietà, rischi e differenze da carni rosse e affettati

Carni Bianche

La carne bianca grazie alle sue proprietà nutrizionali è considerata un alimento di notevole importanza all’interno di una dieta sana ed equilibrata.

È infatti un’eccellente fonte di proteine nobili e aminoacidi ramificati. Proprio per la presenza di un’elevata quantità di proteine, la carne bianca, è indicata sia per chi sta seguendo una dieta dimagrante sia per gli sportivi.

Un’altra caratteristica è la bassa quantità di grassi, in particolare grassi insaturi, che la rendono un alimento a basso contenuto calorico. Il grasso infatti è contenuto principalmente nella pelle che può essere tolta tranquillamente.

A differenza di come si possa pensare anche le carni bianche sono ricche di ferro, in quantità più o meno equivalente a quelle rosse. Oltre al ferro sono presenti altri sali minerali quali potassio, zinco e selenio. È anche un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, in particolare della vitamina B12.
Carne bianca e rossa a confronto
Mettendo a confronto, da un punto di vista nutrizionale, le carni bianche con le carni rosse notiamo che ci sono delle differenze.

Una prima differenza la troviamo nel tessuto connettivo che nella carne bianca è più sottile, rendendola più facilmente masticabile e digeribile.
La quantità di grasso è un ulteriore fattore di diversificazione tra le due carni. La carne bianca, infatti, è un alimento meno calorico grazie a una minor presenza di grassi saturi e colesterolo rispetto alla carne rossa.

Carne bianca e affettati a confronto

Carne bianca e affettati a confronto

I salumi come la carne bianca apportano proteine ad alto valore biologico e, in base al tipo di salume, una quantità variabile di grasso.
A differenza della carne bianca contengono nitrati, sostanze utili per una conservazione più lunga del prodotto, e una quantità maggiore di sale. Con il tempo gli allevatori hanno cercato di migliorare queste caratteristiche per rendere l’alimento più salutare.

Quali sono i rischi del consumo di carne bianca?

carne bianca pollo

Un recente studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, ha dimostrato come il consumo delle carni bianche e rosse, a differenza di quanto si possa pensare, determini similari variazioni sui livelli di colesterolo Ldl nel sangue.

Una dieta ricca di proteine animali porta quindi a un innalzamento del livello ematico di colesterolo Ldl, a differenza di diete a base di proteine vegetali.

È per questo che gli studiosi raccomandano una dieta più ricca di alimenti vegetali e meno carne.

Per quanto riguarda il legame tra carne bianca e tumore sono stati effettuati pochi studi e di conseguenza non è possibile dichiarare con sicurezza se c’è una correlazione diretta tra consumo di carne bianca e rischio di tumore.
L’unica cosa di cui possiamo essere certi è l’assenza di ormoni perché proibiti dalla legge.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Polidipsia psicogena

patologia psichiatrica caratterizzata dal bisogno irrefrenabile di bere, più di quanto sia necessario; rientra nei disturbi del comportamento alimentare

Test e analisi disponibili

Nutrizione

Per visita nutrizionale e vIsita nutrizionale sportiva

Endocrinologia

Per visita endocrinologica e ecografia

Test Genetici

Calorometria e bioimpedenziometrico

Test Metabolici Funzionali

Test costo energetico Test vo2max

C.Bogani

Sport Performance Lab